L'Orto botanico riapre al pubblico

Da martedì 4 maggio l'Orto antico torna ad essere visitabile, con le sue splendide fioriture primaverili. Da mercoledì 2 giugno riaprono anche le serre del Giardino della biodiversità

 

Dopo questo periodo di chiusura, in cui sono stati ultimati gli interventi di manutenzione e proseguono i lavori per l'unificazione delle quattro collezioni dell'Orto (Erbario, Algario, Spezieria e Museo botanico) e la riorganizzazione funzionale di spazi destinati al pubblico e alla coltivazione delle piante, l’orto botanico universitario più antico al mondo torna ad accogliere il pubblico.

Torna ad essere visitabile dal 4 maggio con le sue fioriture primaverili l’Orto antico, seguito dall’apertura delle serre del Giardino della biodiversità da mercoledì 2 giugno, data a partire dalla quale sarà possibile visitare l’Orto nella sua interezza.

Per tutto il mese di maggio e il 1° giugno il biglietto d’ingresso all’Orto botanico sarà ridotto a 5 euro, salve le consuete gratuità, e nei giorni di venerdì (ore 17), sabato e domenica (ore 11, 15 e 17) sarà possibile usufruire gratuitamente del servizio di visita guidata a cura delle guide naturalistiche dell’Orto. 

 

L’ingresso è possibile solo su prenotazione. Per chi volesse visitare l'Orto botanico il sabato, la domenica e nei festivi è richiesta la prenotazione con almeno un giorno di anticipo.

Le prenotazioni sono attive da lunedì 3 maggio. Alcune tipologie di biglietto sono acquistabili tramite biglietteria online.

Info e prenotazioni: 049 8273939 (dalla domenica al giovedì dalle 9 alle 17, il venerdì e il sabato dalle 9 alle 19).