Mostre e installazioni

Visitabili negli orari di apertura, comprese nel biglietto d'ingresso

DAL 12 GIUGNO ALL'8 SETTEMBRE

Il microcosmo delle galle: la collezione di Alessandro Trotter
Eposizione tematica temporanea
a cura di Tiziana N. Beltrame e Luca Tonetti

Per la prima volta il pubblico può scoprire la collezione di galle - manifestazioni di crescita anomala dei tessuti della pianta causate da organismi esterni come insetti, acari, batteri, funghi - raccolta da Alessandro Trotter (1874-1967), allievo del Prefetto dell'Orto botanico Pier Andrea Saccardo (1845-1920). Un progetto di Terza missione del DiSSGeA, Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell’Antichità, realizzato in collaborazione con l'Orto botanico e il Centro di Ateneo per i Musei dell'Università di Padova.


DAL 25 APRILE AL 29 SETTEMBRE

Le piante, agli occhi della scienza
Mostra fotografica
a cura di Orto botanico di Padova, in collaborazione con Orto botanico di Parma

Dalle prime riproduzioni fotografiche ottenute a fini scientifici alle illustrazioni moderne: microscopie, infrarossi, ultravioletti, immagini satellitari, timelapse raccontano i temi del contemporaneo, dal cambiamento climatico alla qualità dell’aria, dalla sostenibilità agricola alla gestione del verde urbano e forestale. Approda a Padova la sezione fotografica della mostra Impronte - Noi e le piante.

 

DAL 25 APRILE AL 7 LUGLIO

Il caleidoscopio della Natura
Installazione immersiva
a cura di Orto botanico di Padova

Le diatomee sono alghe unicellulari comparse sulla Terra più di 100 milioni di anni fa, ma sono il microscopio e i progressi della scienza nell’Ottocento a rivelare il loro mondo nascosto. I vetrini della Diatomoteca storica del Museo botanico danno vita a un exhibit che trasporta il visitatore in uno straordinario universo di forme naturali, inesauribile fonte di ispirazione per l’arte.